Vestiti da cerimonia per l’autunno in arrivo

“Grappoli d’oro ai tralci, ruggine sulle falci, foglie gialle in danza: l’autunno rapido avanza”; così recita la filastrocca che mandavamo a memoria da bambini per ricordare le stagioni. E se dovessimo riscriverla ora, da adulti, mischiandovi anche la nostra passione per il fashion e l’haute couture? Impossibile! Sarebbe una filastrocca mutante, al perenne inseguimento – come noi! – dei trend dell’anno. La versione 2015-2016, poi, sarebbe assai confusa, poiché parecchi modelli estivi non ne vogliono sapere di migrare dall’armadio al ripostiglio col cambio di stagione. Sì, perché anche durante il periodo più freddo dell’anno, per i nostri appuntamenti speciali, indosseremo vestiti da cerimonia corti. Accanto, ovviamente, agli intramontabili long dress. Proviamoci lo stesso, insieme, a dare forma alla filastrocca moda donna del prossimo autunno inverno – con un occhio ai vestiti per le grandi occasioni.

Rossi si fanno i vestiti lunghi. Strapless, virginali, di pizzi e merletti – non importa il modello o l’applique, con i vestiti lunghi da cerimonia rossi andrete sicuro. Il rosso è il colore più visto sulle passerelle e tale sarà ai rendez-vous dei prossimi mesi freddi.

vestiti-lunghi-corti-1

Ma anche di nero e bianco non si farà parsimonia. Total black e total white. Lo Yin e lo Yang non sono destinati a compenetrarsi nei vestiti lunghi da cerimonia della prossima stagione. Piuttosto che affiancare nero e bianco, gli stilisti hanno preferito fare i Pollock e gettare colori a vanvera sugli abiti. Non che sia un male eh; il gusto non ha niente a che vedere con l’eleganza: il primo è una conquista personale, la seconda una subdola e lunatica dittatura.

vestiti-lunghi-corti-2

Nonostante il freddo, il mini dress non avrà rivali. Pur di farcelo mettere persino d’inverno, Fendi l’ha inventato di pelliccia. Forse puntano al riscaldamento globale; magari credono nel detto “per esser belle, bisogna soffrire”; fatto sta che, sulle passerelle autunno inverno 2015, si son visti sfilare vestiti corti. Raffreddore questo sconosciuto.

vestiti-lunghi-corti-3

E che sarà mai, quando ci son gli stivali! Gli stivali, cari alleati delle donne. Quest’inverno domineranno gli stivali altissimi, in pratica inguinali – per una volta, da sotto. Le versioni più cool sono quelle patchwork e bicolore. In suede o vernice, il cuissard vertiginoso è calzatura perfetta per i vestiti da cerimonia corti: tanto caldo e tanto chic, allo stesso tempo. Si può chiedere di meglio, ai nostri stressati designer?

vestiti-lunghi-corti-4

Comunque è autunno, infila un cappotto! Extralarge, magari. O di tweed. Basta che sembri quello indossato da tuo fratello nella sua fase poser-intellettuale. Piccolo vantaggio dei vestiti da cerimonia corti sui long dress, i primi si prestano meglio a rintanarsi al calduccio sotto un cappottone. Meditate fanciulle, meditate.

vestiti-lunghi-corti-5

 

Credits:
evaredfashion.com
harpersbazaar.com
unscatter.com
dellaclasse.com
hayaofek.com
silhouetteandstyle.com

Scarpe da sposa: scegliere le compagne perfette dell’abito

Come nel caso di tutti gli altri accessori, anche le scarpe devono essere scelte in modo da abbinarsi perfettamente all’abito, creando un insieme armonico ed elegante. Questo non significa non poter osare: per esempio le scarpe potrebbero essere dello stesso colore acceso di un dettaglio del vestito.

Scarpe1

 

Come sempre, il galateo è piuttosto rigido su come devono essere o non essere le scarpe da sposa:
– mai scarpe aperte e con punte troppo accentuate
– se possibile dovrebbero essere dello stesso materiale de vestito o almeno dello stesso colore
– solo tacchi bassi e modelli scollati, tipo décolleté.
Ovviamente sta a voi decidere se seguire pedissequamente il galateo oppure fare un po’ di testa vostra.

scarpe2

 

Una cosa fondamentale dovete però sempre tener presente: le scarpe da sposa DEVONO essere comode. Comode per voi, quindi dipende da che tipo di calzature siete abituate a portare. Probabilmente vi toccherà indossarle per più di 10 ore, quindi non fate strani esperimenti tipo tacco 12 se di solito portate solo sneakers. Vi assicuro che il risultato potrebbe essere davvero imbarazzante.

scarpe3

 

Raso Scarpe Sposa da TopWedding

Inoltre i tacchi a spillo possono diventare un fastidioso problema se la cerimonia si svolgerà su terreni “insidiosi” come prati e spiagge. In quel caso meglio puntare su un paio di ciabattine gioiello o di ballerine.

scarpe4

Pizzo Scarpe Sposa da TopWedding

Una nota dolente è rappresentata dal prezzo. Se vi siete appena salassate per comprare l’abito e avete un budget prestabilito, dovete adottare qualche escamotage per trovare delle belle scarpe a poco prezzo. Quasi sempre vale la regola: più sono belle e ben fatte (e quindi non massacreranno i vostri piedi) più costano. Le soluzioni in questo caso potrebbero essere due: lo shopping online o gli outlet. La prima soluzione vi offre sicuramente più scelta ma ha due svantaggi: non potete provare la scarpe e quindi, per evitare di arrivare alla cerimonia scalze, dovrete pensarci per tempo in modo da poter eventualmente spedire indietro il numero/modello sbagliato e aspettare quello giusto. Gli outlet vi offrono meno scelta, e forse prezzi un po’ più alti, ma potrete andare sul sicuro provando numeri e modelli e scegliendo quello giusto.

scarpe5

 

Mi raccomando: non fate mai l’errore di comprare prima le scarpe, le dovrete acquistare rigorosamente dopo l’abito!

 

Credits:
lovetree.it
ameliste.it
it.aliexpress.com
wineweddingitaly.it
com
paglione.shoes
wdonna.it

I gioielli dello sposo

Abbandoniamo oggi il versante femminile del matrimonio per dedicarci all’altra metà del cake topper. Il look dello sposo acquista sempre maggiore risalto; stilisti e atelier sgomitano per offrire soluzioni inedite a un look cristallizzato da decenni e garantire alla personalità dello sposo lo sfogo che merita. Senza entrare nello specifico degli outfit, vorremmo concentrarci sui dettagli che rifiniscono il look: i gioielli dello sposo. Nulla che si avvicini alle infinite possibilità consentite alle donne, tuttavia anche l’uomo può vestire preziosi dal raffinato tocco glamour.

Accessori per la cravatta. La cravatta è un imperativo categorico del dress code matrimoniale, perché non regalarle un po’ di prestigio? Applicatele un fermacravatta a piastrina in caso di nodo classico, oppure lavorate d’ingegno se optate per il formale plastron: uno spillo con capocchia a brillante o un anello per fermarla appena sopra al petto.

sposo1


I gemelli.
Vanno abbinati al modello della camicia indossata e devono fare pendant con orologio e fermacravatta. Meglio stare alla larga da modelli smaltati, pacchiani o troppo vistosi. L’eleganza non ha una natura chiassosa. Sono obbligatori con tight e mezzo tight; la norma vuole che siano in oro, giallo o bianco. Una volta erano l’unico gioiello concesso allo sposo.

sposo2


L’orologio.
Il bonton lo vieterebbe. Alcuni lo tollerano, ma ben nascosto sotto la manica della camicia, specialmente durante la cerimonia. In pratica, l’orologio è un accessorio sdoganato dai dettami più rigidi del dress code. Deve comunque essere sobrio, sia nelle dimensioni che nei materiali. Un tocco di nobiltà vintage? L’orologio da tasca con tanto di catena in bella vista.

sposo3


Piercing.
Sarebbe buona regola togliersi qualsiasi tipo di piercing, soprattutto in caso di cerimonia elegante. Se proprio non ci si può rinunciare, destiniamogli la stessa cura di altri dettagli del look e andiamo alla ricerca di soluzioni più discrete e – perché no – in armonia con gli altri accessori.

sposo4


Io qui non posso entrare.
Rimangono alla sbarra bracciali, collane e anelli che non siano la fede nuziale. Certi aspetti sono appannaggio esclusivo della sposa – in attesa di qualcuno che infranga anche queste regole.

sposo5
Credits:
onewed.com
lucamoglia.it
alittlemarket.it
etsy.com
amazon.com
maximumwallhd.com

Dove trovare abiti da sera economici

Lo shopping è quasi sempre un piacere: un ottimo acquisto instilla buonumore in tutte le fibre e concilia sonni lieti. Quasi, poiché fare compere diventa un problema quando è un “obbligo”, vuoi perché in agenda si ha una cerimonia imminente, vuoi perché l’armadio muore di monotonia e vorrebbe conoscere capi nuovi. Guai poi quando si creano ingorghi di appuntamenti formali in un ristretto lasso di tempo: nozze, lauree, ricorrenze, cene di gala, ballo delle debuttanti. In quel caso, il portafoglio è a rischio crampi. Per non ritrovarsi un conto corrente col fiato corto è possibile imboccare vie alternative al quadrilatero della moda milanese, vie che non sono sulle mappe dello shopping ma offrono buone probabilità di portarsi a casa abiti da sera economici che faranno l’invidia di tutte le amiche.

Caro, vecchio vintage. Si tende ad abusare della parola vintage e ad associarla a qualsiasi cosa sia di seconda mano e risalente ad almeno due decenni fa. Ci vuole pazienza, ma con un po’ di ricerca si possono scovare boutique dove il tempo si è fermato e i prezzi sono bassi. Negozi come il Napoleone a Milano offrono abiti da sera economici di marchi noti in ottime condizioni.

1


Baratta che ti passa.
Nati a New York e sdoganati anche in Italia, gli swap party sono un’altra occasione per risparmiare. Organizzatelo voi, invitando le amiche e le amiche delle amiche, o cercate di essere invitare a uno. Non esiste moneta: le transazioni avvengono per baratto. Puntate ad amiche cool: lo scopo è rinnovare l’armadio, non ritrovarsi con capi peggiori di quelli di partenza.

2


Shopping online.
L’offerta di abiti da sera economici, online, è infinita. L’unico intoppo è l’impossibilità di appurare come veste l’abito prima di acquistarlo. Tuttavia, sempre più siti garantiscono la resa gratuita dei capi, con rimborso totale del prezzo d’acquisto: è un po’ macchinoso, ma ordinare diverse taglie dello stesso abito e restituire quelle che non vestono bene, assicura di ricrearsi una boutique nel proprio salotto di casa.


Hai lo smartphone sempre in mano, usalo.
La sharing economy e i social network sono nuove armi a nostra disposizione per fare shopping risparmiando e trovare abiti da sera economici. Basta scaricare una app, iscriversi e incrociare le dita. Swap Party e Poshmark sono specializzate in vestiti. Swappy, Xtribe, Depop, invece, hanno un’offerta più ampia.


Le hai provate tutte e non ti basta? Apri l’armadio della nonna.
Secondo una recente ricerca, ogni donna ha nel proprio armadio almeno 22 capi d’abbigliamento che non usa. Nonna + mamma + eventuale numero di sorelle dà almeno 44 capi tra cui scegliere. Buona fortuna!

5

 

Credits:
seekingarrangement.com
jennysretro.com
webitmag.it
ragazzapoliedrica.wordpress.com
screenmediadaily.com
ahundredyearsago.com

Bomboniere, non solo confetti!

Quando arriva il momento di scegliere le bomboniere, la prima valutazione da fare è: punto sul classico o scelgo qualcosa di originale? Anche se si decide di uscire dai soliti schemi, non è detto che si debbano abbandonare i tradizionali confetti (rigorosamente in numero dispari!) che, secondo le credenze popolari, dovrebbero portare agli sposi salute, ricchezza e felicità. Basta semplicemente andare oltre e aggiungere qualcosa di simbolico (e non mi riferisco al solito piattino) che permetta agli invitati di ricordare il vostro matrimonio. Ecco qualche suggerimento per scegliere bomboniere un po’ diverse dal solito.

Fai da te. Questa è senza dubbio la via più particolare, ma anche la più faticosa. Prima di tutto dovete valutare il numero di bomboniere che dovrete preparare e quanto tempo avete per completare il lavoro. È molto importante pianificare! Per quanto riguarda la realizzazione, potete sbizzarrirvi con la fantasia. Scegliete delle scatoline, per esempio di legno grezzo, o dei piccoli cestini da dipingere e decorare; realizzate dei sacchettini di stoffa o di carta di riso da chiudere con un nastrino; usate del feltro per creare cuori e altre forme.

fai-da-te

Solidali. Sono tantissime le organizzazioni che offrono questo tipo di bomboniere. Secondo la causa che volete sostenere, solo per citarne alcune, potete scegliere Emergency, l’Unicef, Save the Children, l’Airc, il Wwf. Anche i vostri ospiti apprezzeranno.

bombinieresolidali2

Edibili. Perché non aggiungere ai confetti un vasetto di marmellata (magari fatta in casa) o di miele? Oppure un barattolino di spezie, perfetto per un matrimonio in stile etnico.

edibili

Green. Una scelta molto chic (ma anche piuttosto costosa) è usare come bomboniera un piccolo bonsai. L’alternativa low budget potrebbe essere una bustina di semi o di bulbi, magari dei fiori o delle piante che amate di più.

green

L’ultimo oggetto forse non si può definire proprio una bomboniera, è più che altro un “kit di sopravvivenza per matrimoni”. A seconda della stagione in cui si svolge la cerimonia (che è sempre e comunque una sfacchinata), potete inserire dei piccoli oggetti che aiuteranno gli ospiti a “superare” la giornata. Ecco due esempi: un paio di simpatiche ciabattine per dare sollievo ai piedi delle invitate, imprigionati in tacchi altissimi, e una t-shirt con disegnata una cravatta finta per garantire eleganza e comfort ai maschietti.

wedding bag

Credits:

bonkaday.com
100matrimoni.it
leapidialessandra.blogspot.it
greenlandgarden.it
raineronline.org
fableswedding.com

Abito da sposa? Compralo online

Stai cercando disperatamente il tuo abito da sposa e non riesci proprio a trovare quello che fa per te? Oppure l’hai trovato ma per comprarlo dovresti accendere un mutuo? La soluzione è a portata di click. Perché non fare una ricerca in rete per confrontare prezzi e modelli? Puoi trovare abiti da sposa di qualità a prezzi molto inferiori rispetto a quelli di un atelier. E anche se dovrai far fare da una sarta qualche piccola modifica ti costerà sicuramente meno. Ecco qualche sito per iniziare la tua ricerca.


Miamastore
– L’azienda ha sede in provincia di Salerno ed è l’unica in Italia che applica la condizione “soddisfatta o rimborsata al 100%”. Per la sposa c’è davvero tutto: dagli abiti di ogni forma e modello (compresi quelli colorati) ai gioielli, dalle scarpe al velo, dalla pochette alla biancheria intima. Inoltre è possibile farsi confezionare l’abito dei sogni per esempio inviandone la fotografia. Comprende anche una vasta sezione dedicata agli abiti da cerimonia.

miamastore


LightInTheBox
– Fondata nel 2007 ha le sedi principali negli Stati Uniti e in Cina, ma vende e spedisce praticamente in tutto il mondo. Anche qui la gamma di scelta è piuttosto ampia. Per chi ha le idee chiare su come deve essere il proprio abito da sposa, c’è un comodo sistema di ricerca che permette di filtrare i modelli non solo in base al prezzo e al tessuto ma anche in base alla forma dell’abito e al luogo dove si svolgerà il matrimonio.

box


Myweddingboutique
– L’azienda in questo caso è inglese e, rispetto alle altre due, è sicuramente un po’ più cara (ma restiamo abbondantemente sotto i prezzi delle boutique). Ha anche una sezione “lusso” dove trovare abiti piuttosto ricercati e impreziositi da pizzi e piccoli cristalli.

mywed


Sposatelier
– Boutique italiana (anche questa con sede in provincia di Salerno) che offre sia abiti da sposa e accessori sia capi da cerimonia. In più c’è una sezione dedicata alle spose in dolce attesa.

sposate


AbitiperSposa
– Altro atelier italiano, questa volta con sede a Taranto. Al momento dell’ordine è possibile decidere di che colore sarà il vestito scegliendo da una tavolozza di tonalità che vanno dal classico avorio al rosa acceso al verde smeraldo.

abiti per

 

Credits:
miamastore.it
lightinthebox.com
myweddingboutique.com
sposatelier.it
abitipersposa.it
modecolettefashion.com