Dove trovare abiti da sera economici

Lo shopping è quasi sempre un piacere: un ottimo acquisto instilla buonumore in tutte le fibre e concilia sonni lieti. Quasi, poiché fare compere diventa un problema quando è un “obbligo”, vuoi perché in agenda si ha una cerimonia imminente, vuoi perché l’armadio muore di monotonia e vorrebbe conoscere capi nuovi. Guai poi quando si creano ingorghi di appuntamenti formali in un ristretto lasso di tempo: nozze, lauree, ricorrenze, cene di gala, ballo delle debuttanti. In quel caso, il portafoglio è a rischio crampi. Per non ritrovarsi un conto corrente col fiato corto è possibile imboccare vie alternative al quadrilatero della moda milanese, vie che non sono sulle mappe dello shopping ma offrono buone probabilità di portarsi a casa abiti da sera economici che faranno l’invidia di tutte le amiche.

Caro, vecchio vintage. Si tende ad abusare della parola vintage e ad associarla a qualsiasi cosa sia di seconda mano e risalente ad almeno due decenni fa. Ci vuole pazienza, ma con un po’ di ricerca si possono scovare boutique dove il tempo si è fermato e i prezzi sono bassi. Negozi come il Napoleone a Milano offrono abiti da sera economici di marchi noti in ottime condizioni.

1


Baratta che ti passa.
Nati a New York e sdoganati anche in Italia, gli swap party sono un’altra occasione per risparmiare. Organizzatelo voi, invitando le amiche e le amiche delle amiche, o cercate di essere invitare a uno. Non esiste moneta: le transazioni avvengono per baratto. Puntate ad amiche cool: lo scopo è rinnovare l’armadio, non ritrovarsi con capi peggiori di quelli di partenza.

2


Shopping online.
L’offerta di abiti da sera economici, online, è infinita. L’unico intoppo è l’impossibilità di appurare come veste l’abito prima di acquistarlo. Tuttavia, sempre più siti garantiscono la resa gratuita dei capi, con rimborso totale del prezzo d’acquisto: è un po’ macchinoso, ma ordinare diverse taglie dello stesso abito e restituire quelle che non vestono bene, assicura di ricrearsi una boutique nel proprio salotto di casa.


Hai lo smartphone sempre in mano, usalo.
La sharing economy e i social network sono nuove armi a nostra disposizione per fare shopping risparmiando e trovare abiti da sera economici. Basta scaricare una app, iscriversi e incrociare le dita. Swap Party e Poshmark sono specializzate in vestiti. Swappy, Xtribe, Depop, invece, hanno un’offerta più ampia.


Le hai provate tutte e non ti basta? Apri l’armadio della nonna.
Secondo una recente ricerca, ogni donna ha nel proprio armadio almeno 22 capi d’abbigliamento che non usa. Nonna + mamma + eventuale numero di sorelle dà almeno 44 capi tra cui scegliere. Buona fortuna!

5

 

Credits:
seekingarrangement.com
jennysretro.com
webitmag.it
ragazzapoliedrica.wordpress.com
screenmediadaily.com
ahundredyearsago.com

Bomboniere, non solo confetti!

Quando arriva il momento di scegliere le bomboniere, la prima valutazione da fare è: punto sul classico o scelgo qualcosa di originale? Anche se si decide di uscire dai soliti schemi, non è detto che si debbano abbandonare i tradizionali confetti (rigorosamente in numero dispari!) che, secondo le credenze popolari, dovrebbero portare agli sposi salute, ricchezza e felicità. Basta semplicemente andare oltre e aggiungere qualcosa di simbolico (e non mi riferisco al solito piattino) che permetta agli invitati di ricordare il vostro matrimonio. Ecco qualche suggerimento per scegliere bomboniere un po’ diverse dal solito.

Fai da te. Questa è senza dubbio la via più particolare, ma anche la più faticosa. Prima di tutto dovete valutare il numero di bomboniere che dovrete preparare e quanto tempo avete per completare il lavoro. È molto importante pianificare! Per quanto riguarda la realizzazione, potete sbizzarrirvi con la fantasia. Scegliete delle scatoline, per esempio di legno grezzo, o dei piccoli cestini da dipingere e decorare; realizzate dei sacchettini di stoffa o di carta di riso da chiudere con un nastrino; usate del feltro per creare cuori e altre forme.

fai-da-te

Solidali. Sono tantissime le organizzazioni che offrono questo tipo di bomboniere. Secondo la causa che volete sostenere, solo per citarne alcune, potete scegliere Emergency, l’Unicef, Save the Children, l’Airc, il Wwf. Anche i vostri ospiti apprezzeranno.

bombinieresolidali2

Edibili. Perché non aggiungere ai confetti un vasetto di marmellata (magari fatta in casa) o di miele? Oppure un barattolino di spezie, perfetto per un matrimonio in stile etnico.

edibili

Green. Una scelta molto chic (ma anche piuttosto costosa) è usare come bomboniera un piccolo bonsai. L’alternativa low budget potrebbe essere una bustina di semi o di bulbi, magari dei fiori o delle piante che amate di più.

green

L’ultimo oggetto forse non si può definire proprio una bomboniera, è più che altro un “kit di sopravvivenza per matrimoni”. A seconda della stagione in cui si svolge la cerimonia (che è sempre e comunque una sfacchinata), potete inserire dei piccoli oggetti che aiuteranno gli ospiti a “superare” la giornata. Ecco due esempi: un paio di simpatiche ciabattine per dare sollievo ai piedi delle invitate, imprigionati in tacchi altissimi, e una t-shirt con disegnata una cravatta finta per garantire eleganza e comfort ai maschietti.

wedding bag

Credits:

bonkaday.com
100matrimoni.it
leapidialessandra.blogspot.it
greenlandgarden.it
raineronline.org
fableswedding.com